Nostromo del Diporto
Addetto alla scorta turistica

NOSTROMO DEL DIPORTO

La navigazione da diporto nell’ultimo ventennio ha avuto un particolare sviluppo nel campo nazionale e internazionale, richiamando più volte l’attenzione del legislatore per l’aggiornamento della legge, attraverso numerose disposizioni legislative e regolamentari. Ciò è dovuto all’evoluzione che sta avendo il turismo nautico nel nostro paese, posto al centro del mediterraneo, con le sue splendide isole, bellezze naturali, attrazioni sempre più apprezzate. E’ sufficiente pensare che la Regione Lazio sta elaborando un vero e proprio piano di sviluppo per la creazione di un Distretto della Nautica con il chiaro obiettivo di rendere questo settore un polo di eccellenza nel sistema economico laziale. Molti sono gli sbocchi occupazionali in un campo in grande espansione che dispone già di una dimensione commerciale di tutto rispetto e di un tessuto fitto di imprese di micro, piccola, media e grande dimensione strutturate all'interno di due enormi poli specializzati nella navigazione e nella cantieristica navale da diporto. A questo si aggiunga anche il fatto che porti, società di navigazione, organismi di ispezione, società di assicurazione sono obbligati a impiegare oramai, personale specificamente qualificato e formato. Gli stessi operatori del settore sono concordi nel rilevare un’esigenza sempre più crescente, di regolarizzazione di tutto il personale impiegato nelle navi ed imbarcazioni da diporto. La sicurezza della navigazione sui mari e nei porti è considerata argomento di primaria importanza. Ecco perché è sempre più richiesto un livello minimo di formazione dei marinai per migliorare la sicurezza dei trasporti marittimi visto anche che l'80% degli incidenti occorsi in questo settore è dovuto a errori umani. C’è da considerare inoltre che molto spesso vengono inseriti nel settore della navigazione, personale extracomunitario meno qualificato del personale comunitario, determinando condizioni a rischio del personale navigante. Nel diporto la competenza e generalmente carente ed i numerosissimi interventi di soccorso della Guardia Costiera ne sono la prova. Rispetto ai fabbisogni formativi piuttosto che evidenziare nuove e particolari figure professionali, si richiama la necessità di una maggiore preparazione di base dei giovani e di tutti coloro che intendono inserirsi professionalmente nel settore della nautica da diporto. In termini generali va inoltre sottolineata l'estrema peculiarità delle figure professionali richieste le cui relative competenze non sono (ovviamente) improvvisabili, e comunque non sono facilmente rinvenibili né dal sistema scolastico, né dalla contaminazione con altri settori.

Il percorso formativo denominato “CORSO PER NOSTROMO DI IMBARCAZIONI E NAVI DA DIPORTO” vuole incrementare il bacino di posti di lavoro ma soprattutto migliorare la sicurezza e la tranquillità “di chi va per mare” rilevandosi nel contempo un buon incentivo ad avvicinarsi al settore del diporto nautico. Il percorso formativo, infatti, intende promuovere e sensibilizzare l'immagine dell'industria marittima presso i giovani, uomini e donne, italiani e stranieri, che desiderano a seguito di una formazione specifica, inserirsi professionalmente in un contesto lavorativo che offre un ampio ventaglio di opportunità di occupazione.

Questa figura trova giusta collocazione lavorativa in molti campi del settore nautico provinciale ed extraprovinciale, come per esempio:
società di noleggio imbarcazioni e navi da diporto;
armatori di navi e imbarcazioni da diporto;
cantieri nautici;
società di turismo crocieristico;
aziende turistiche;
agenzie marittime;
scuole di vela;
enti locali;
attività in proprio o come libero professionista

 

 

News

Data inizio corsi IMO/STCW per marittimi 7 e 21 Giugno
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Previste per il 5 ed il 26 Giugno l' esercitazione in mare con il recupero da elicottero
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

Previsto per fine mese il corso di sopravvivenza in mare FIV / ISAF
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .

 
 
 
Federvela Enac Italia Ministero dei Trasporti Regione Lazio Rina S.p.A. PLT ISAF